Autovaccino una risorsa

L'autovaccino migliora le difese immunitarie delle mucose e svolge un effetto immunomodulante sia in casi di immunodepressione sia in casi di reattività eccessiva del sistema immunitario, attraverso la liberazione di citochine.

Con l'assunzione degli autovaccini gli antigeni arrivano negli strati sub-epiteliali della mucosa. Qui si ha una migrazione di linfociti che si differenziano nel linfonodo mesenterico e raggiungono, attraverso il dotto toracico ed il flusso sanguigno, la mucosa del tratto respiratorio, urogenitale e gastrointestinale. Qui si ha una formazione di anticorpi attraverso il nuovo contatto con gli antigeni.

L'attivazione dei linfociti viene affiancata, sempre nel sub-epitelio, da un'attivazione dei fagociti e da una liberazione di citochine, che aumentano le risposte immunitarie.

 

D'altro canto è ben noto che l'eccessiva reattività del sistema immunitario sta alla base di neurodermite, orticaria, pollinosi, dermatiti alelrgiche, asma bronchiale ed alelrgie alimentari.

L'assunzione di autovaccini stabilizza la funzione di trasporto della mucosa, regola le reazioni del sistema, dovute ad un incremento di allergeni, aumenta la capacità di far barriera della mucosa attraverso la secrezione di IgA e rafforza la microflora fisiologica.

L'armonizzazione e la regolazione delle risposte immunologiche avviene attraverso sostanze messaggere, le citochine.

La durata della cura è rapportata all'intensità delle reazioni e dal tempo di sofferenza di questa patologia. In pazienti che hanno sofferto di queste malattie per molti anni è sensato preverede un "richiamo" di un paio di mesi dopo un anno.

Stampa Stampa | Mappa del sito
Atp GmbH Hohe Strasse 29 Chemnitz Germany Rappresentanza italiana + 39 02.70635354